PRESENTAZIONE DI ANGELO DELSANTO
Presidente del Consorzio Castello di Lerici

La scatola di cartone evoca il movimento, il passaggio da una realtà all'altra, si pensa al trasloco, all'emigrazione, al passaggio da un posto all'altro, e... il punto di arrivo non può che essere New York City, capitale di razze e culture, la città più internazionale dei mondo, e, conseguentemente, la più grande e prolifica fucina culturale esistente.

Non esiste nessuna forma di arte che non faccia i conti con questa città. Linari coglie l'attimo che tutti noi abbiamo nella memoria, attimo dato da migliaia di pagine letterarie, kilometri di pellicole cinematografiche accompagnate dalle note del Blues, del Jazz, del Rock che ci hanno insegnato a conoscere N.Y.C. anche se non ci siamo mai stati.

Siamo tutti noi un pò Newyorkesi, quando perseguiamo una meta o ci interessiamo di un argomento qualsiasi, perché tutto, come una scatola di cartone, transita da N.Y.C.

Anche il terrorismo è transitato da N.Y.C. ed ha lasciato il segno abbattendo uno dei simboli più noti di questa città, ma i suoi abitanti hanno creato l'antidoto a questo male terribile.che ci affligge, un antidoto che ha come ingredienti la solidarietà verso uomini e animali, la tolleranza verso tutti i colori e le fedi e soprattutto la volontà di mettere la vita e la gioia di vivere al di sopra di tutto, in un grande camino che ha come legna l'intelligenza degli uomini, che espelle il fumo dell'ignoranza lasciando intorno a sé il calore della cultura e della fratellanza.

Auguriamoci che nel mondo continuino a viaggiare scatole di cartone colme di grandi valori che valgano per chiunque indipendentemente da razze, colore di pelle, religione o credo politico.

 

angelo delsanto

Presidente del Consorzio Castello di Lerici