Grande pittura genovese dall’Ermitage
Da Luca Cambiaso e Magnasco

Mostra: “Grande pittura genovese dall’Ermitage. Da Luca Cambiaso e Magnasco”

dal :16 marzo     fino al :30 giugno

Sede Espositiva: Genova, Palazzo Ducale, p.za Matteotti, 9
Orario: tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 9.00 alle ore 21.00
Ingresso: E 6,50 intero; E 5,50 ridotto
Informazioni: Ufficio Comunicazione: tel e fax: 010-593168
Ufficio Stampa: tel. 02-878380


La mostra è articolata nelle prestigiose sale dell'Appartamento del Doge di Palazzo Ducale.
La mostra ricostruisce l'immagine dei tempi, situazioni, luoghi e figure protagoniste nella storia dei rapporti fra Genova e la corte di San Pietroburgo nel corso del XVIII: da Pietro il Grande a Caterina II, agli altri Zar, dagli ambasciatori russi e genovesi ai più importanti visitatori. Dai contatti fondamentalmente marittimi e mercantili (Genova era il porto d’imbarco dei marmi e delle sculture destinate alle residenze imperiali di San Pietroburgo nel XVIII secolo) a quelli culturali e diplomatici.
Le opere coprono un arco di tempo compreso fra il Cinquecento e il Settecento con dipinti di grande qualità di Luca Cambiaso, Bernardo Strozzi, Gioacchino Assereto, G.B. Castiglione "Il Grechetto", Anton Maria Vassallo, Valerio Castello, G.B. Langetti, Peter Muller "Il Tempesta", G. Agostino Cassana, Peirano "Genovese", Alessandro Magnasco e disegni di Luca Cambiaso, Lazzaro Tavarone, G. B. Paggi, Giulio Benso, G. G. Castiglione "Il Grechetto", Valerio Castello,
Bartolomeo Biscaino, Domenico Piola, Giò Andrea Carlone, Alessandro Magnasco. In mostra un raro disegno di Charles De Wailly consente di conoscere l’apparato decorativo di Palazzo Campanella di Via Garibaldi perduto durante l’ultimo conflitto.