Per la prima volta in Italia
il Futurismo russo

Pavel Filonov
"La formule du prolétariat de Pétrograd ", 1920


Mostra: ''Futurismo russo: la sfida dell'Avanguardia''
Sede Espositiva: Aosta, Museo Archeologico Regionale fino al 7 aprile 2002
P.za Roncas,1 tel.0165238680 - 238685 -238674
Ingresso :gratuito


Per la prima volta in Italia, e' stata allestita ad Aosta un'ampia retrospettiva sul futurismo russo, una delle esperienze artistiche piů importanti del Novecento. Sono circa 200 le opere provenienti dalle collezioni pubbliche russe, e in particolare dal Museo Russo di Stato di San Pietroburgo ospitate dal Museo Archeologico di Aosta . La mostra, propone i diversi aspetti di un movimento che, ''al contrario del Futurismo italiano - non e' stato sufficientemente indagato''. Infatti in Russia, la prima mostra specifica dedicata a quest'esperienza risale solo al 1999. Nei due piani del Museo, sono esposti i dipinti, le sculture, i disegni, i libri e le incisioni dei maggiori interpreti del movimento russo, tra i quali Kazimir Malevic, Natalija Goncarova, Mikhail Larionov, David Burljuk, Ol' ga Rozanova, Vladimir Baranov-Rossine, Aleksandra Ekster, Ljubov Popova e Pavel Filonov. L'esposizione propone una sezione dedicata alle arti applicate, con ceramiche, piatti, arazzi e oggetti d'uso comune realizzati agli inizi degli anni Venti.