EXHIBITIONS AND NEWS

FROM ITALIANPAINTERS:

"Mario Puccini, la sua città, i suoi maestri e i suoi amici"

Per gli ottant’anni di Bottega d’Arte una mostra e un libro curati da Raffaele Monti

Dal 16 marzo al 29 giugno

importanti opere di Fattori, Signorini, Puccini alla storica galleria livornese

LIVORNO – "Bottega d’Arte" festeggia i suoi primi 80 anni (1922-2002), regalandosi una splendida mostra dal titolo "Mario Puccini, la sua città, i suoi maestri, i suoi amici".

Dal 16 marzo al 29 giugno nella storica galleria livornese che più di ogni altra ha valorizzato e fatto conoscere la pittura labronica di fine Ottocento e inizio Novecento, sarà possibile ammirare accanto a capolavori conosciuti di Giovanni Fattori come il "Lungomare livornese", un’importante opera di Telemaco Signorini ("Via Calimala"), quindi una raffinata selezione delle opere di Mario Puccini, fra le quali la spettacolare "La metallurgica".

Il percorso scientifico della mostra, promossa e curata dal collezionista e patron di Bottega d’Arte, Enrico Angiolini, è di Raffaele Monti, entusiasta di contribuire alla riscoperta di Puccini, allievo di Fattori, che ha condiviso con Nomellini la formazione tra Firenze e Livorno e la frequentazione, oltre che del celebre maestro, di Signorini e Lega.

Di Puccini, il "fauve" livornese ("il più livornese dei pittori del primo Novecento", lo definisce Monti) saranno esposte per la prima volta al pubblico importanti novità, accostate a quadri di Giovanni Bartolena, Ulvi Liegi, Plinio Novellini, Benvenuto Benvenuti, Oscar Ghiglia, Renato Natali e Gino Romiti.

La mostra, patrocinata dal Comune di Livorno ha il duplice intento di celebrare da un lato il compleanno della Galleria Bottega d’Arte, centro di promozione artistica e culturale noto in tutta Italia (qui nacque tra l’altro il Gruppo Labronico e qui Giovanni Fattori lasciava in vendita i suoi bozzetti che l’anno dopo si riprendeva invenduti) dall’altro di testimoniare lo straordinario fermento artistico della Livorno a cavallo tra il XIX e i XX secolo, quando lavoravano insieme Ghiglia, Lloyd, De Witt, Modigliani, Tommasi.

Per l’occasione sarà presentato un libro, edito dalla Casa editrice "Sillabe", che ospita un prezioso saggio critico di Raffaele Monti su Mario Puccini, artista grande, emotivo e non convenzionale, la cui caratteristica era una pittura "arrovellata per struttura-colore".

Il volume, che porta lo stesso titolo della mostra, illustra anche la nascita, la storia e l’attività di Bottega d’Arte.

L’inaugurazione della mostra avverrà il 16 marzo, alle ore 17,30 (per la stampa anteprima alle 11,00).

La mostra si potrà visitare nei seguenti orari: dal 18 marzo al 30 marzo: 9,30-12,30 e 15,30-19,30; dal 2 aprile al 29 giugno: 9,30-12,30 e 16,00-20,00; domenica, festivi e lunedì mattina chiuso.

INFORMAZIONI: Galleria "Bottega d’Arte", Via Mayer 67, 57125 Livorno, tel. e fax 0586 – 899137, cell.335-226531.


 

EXHIBITIONS AND NEWS HOME